Nessuna ricetta batte il pane alle banane appena tostato!
Per fortuna il pane alle banane è buono in qualsiasi forma e, secondo me, dà il suo meglio sotto forma di muffin. Questi muffin di pane alle banane sono perfetti a colazione o come sano spuntino tra un pasto e l’altro. Grazie al loro formato tascabile si infilano velocemente in borsa e sono pronti da portar via.
E se nel più remoto dei casi dovesse avanzarvene qualcuno basta metterlo in freezer e scongelarlo al bisogno.
Il mio consiglio per un sapore travolgente: riscaldare brevemente il pane nel forno e spalmarvi sopra un poco di burro o margarina, sarà il miglior pane alle banane di sempre. Che delizia!

12 muffin

Ingredienti:

180 g di mix di farina universale senza glutine ENJOY FREE!
40 g di fiocchi d’avena senza glutine
1 Cc di semi di lino triturati
2 cc di agente lievitante (½ bustina)
½ cc di sale
120 ml di olio di cocco (o 4 Cc di grasso di cocco)
150 g di xilitolo
2 uova
1 cc di cannella
3 banane mature
90 g di noci tritate
2 Cc di semi di zucca tritati
2 Cc di semi di girasole

Preparazione:

  1. Preriscaldare il forno a 150 °C in modalità ventilato.
  2. Mescolare insieme la farina, i fiocchi d’avena e i semi di lino con l’agente lievitante e il sale.
  3. In una ciotola a parte unire l’olio di cocco allo zucchero. Incorporare le uova una ad una e aggiungere la cannella.
  4. Con l’aiuto di una forchetta schiacciare le banane fino ad ottenere una purea. Trasferirla nella ciotola con gli ingredienti umidi e mescolare per bene.
  5. Mescolare insieme gli ingredienti secchi e quelli umidi fino ad ottenere un impasto liscio e ancora leggermente denso.
  6. Tritare le noci e i semi di zucca e mischiarne i ¾ ai semi di girasole.
  7. Riempire con l’impasto 12 formine per muffin o una teglia per muffin precedentemente unta.
  8. Guarnire con le noci e i semi restanti.
  9. Cuocere in forno preriscaldato sul ripiano intermedio per circa 30 minuti, fino a doratura.

Informazioni aggiuntive:

  • Questa ricetta è senza glutine, senza lattosio, senza latte, povera di fruttosio e priva di zuccheri raffinati.
  • Per una variante povera in FODMAP lo xilitolo può essere sostituito con il normale zucchero.
  • Per una ricetta vegana basterà utilizzare al posto delle uova un loro sostituto o delle non-uova ai semi di lino o di chia.
  • Sciogliere l’olio di cocco o il grasso di cocco velocemente nel microonde.
  • In alternativa all’olio di cocco può essere utilizzato anche olio di semi di girasole o olio di colza.

Ricetta e foto di Angela Ruoss

Angi definisce se stessa come “the intolerant wanderer” – la viandante intollerante. Nonostante ami la propria patria, infatti, la svizzera di nascita si trova spesso a vagare nel mondo portando sempre con sé le proprie intolleranze alimentari. Accanto ad una sensibilità al glutine non celiaca, soffre anche di intolleranza a fruttosio e lattosio e non tollera nemmeno cipolle e aglio. Di conseguenza, trovare del cibo adatto non sempre è così semplice. Ecco perché ha lanciato intolerant.me, una piattaforma per persone con intolleranze alimentari che offre consigli di persone che in tutto il mondo soffrono di tali disturbi.
Inoltre condivide i suoi consigli personali sul proprio profilo Instagram. È così che vuole incoraggiare anche altri intolleranti appassionati di viaggi ad esplorare il mondo. Inoltre inventa continuamente nuove ricette che si possono preparare facilmente sia a casa che in viaggio. Non importa dove ci si trovi, che sia in camper, in hotel o in un Airbnb, con pochi semplici accorgimenti è possibile fare attenzione alla propria nutrizione ovunque.

Ricette e racconti sul tema intolleranze alimentari si trovano sia sul suo blog www.theintolerantwanderer.com che sul suo profilo Instagram: @theintolerantwanderer.