Colore e sapore sono indicatori fondamentali.

Gli esperti di vino impressionano grazie alle loro conoscenze. Tuttavia, con un po’ di pratica, anche il principiante potrà svelare le caratteristiche di un vino alla prima occhiata.

Fruttato

Fantasia sfrenata
È possibile descrivere gli aromi dei vini fruttati confrontandoli con i diversi tipi di frutta che richiamano: mele, prugne, more, ribes nero, ecc. Appartengono alla categoria degli aromi fruttati anche le fragranze floreali di rose e violette.

Pesante

Pieno
Nella categoria dei vini pesanti rientrano quelli intensi e corposi con un grado alcolico relativamente elevato. Questo perché l’alcol influisce sul sapore, facendone risaltare le sostanze aromatiche.

Terroso

Profondamente buono
L’aggettivo «terroso» non ha bisogno di molte spiegazioni: gli aromi hanno infatti a che fare con la terra. I vini terrosi richiamano gli aromi di terra, muschio e foglie umide, con un’aggiunta di note minerali come pietra o calcare.

Leggero

Semplicemente buono
I vini leggeri contengono meno alcol, meno tannini e meno zucchero, il colore risulta quindi più pallido. In generale sono meno complessi.