Con i primi raggi di sole si rianima anche il giardino. Lo vediamo e sentiamo: la primavera è nell’aria! Di cosa ha bisogno il giardino in questa stagione ve lo sveliamo qui.

Ah, finalmente!
Il paesaggio appare ancora un po’ spoglio, ma grazie al giardinaggio si possono gettare le basi per un anno rigoglioso! L’aiuola è pronta ad accogliere piante a fioritura precoce come crocus, narcisi gialli e giacinti. Lo stesso vale per il davanzale. Voi cosa sceglierete per quest’anno? Pomodori, cetrioli o erbe aromatiche?

Preparare il terreno
Una volta ripulito il giardino da frasche e fogliame dell’anno precedente, si procede ad estirpare le erbacce con l’aiuto di rastrello e badile. È necessario poi smuovere il terreno per prepararlo alla nuova stagione. In questo modo infatti se ne migliora l’aerazione e la capacità di assorbimento dell’umidità. Si passa infine alla fase di fertilizzazione tramite la stesura di uno strato di compost dello spessore di 2 – 3 cm. In questo modo il terreno recupera le forze e le sostanze nutritive necessarie alla nuova stagione.

Il prato
Dopo un lungo inverno i prati risultano strapazzati dall’umidità ed estremamente compatti a causa del peso della neve. È ora di una cura per rimetterli in sesto! Il primo passo consiste nell’accurata rimozione di frasche rimaste dall’inverno, muschi, tomento ed erbacce varie. Non appena il prato raggiunge un’altezza di 5 cm può essere tagliato per la prima volta. Dopo la tosatura si passa alla concimazione. In questo caso i fertilizzanti organici o minerali a lungo termine rappresentano la soluzione ideale poiché rilasciano continuamente sostanze nutritive per un periodo che va dai tre ai quattro mesi. Un ulteriore aiuto iniziale per il giardino in primavera sono l’aerazione del prato o scarificatura e la trasemina di sementi da prato fresche.

Alberi e arbusti
Nel mese di marzo e aprile tutti gli arbusti che fioriscono in primavera hanno bisogno di una potatura successiva alla fioritura. Ciò vale in particolare per le piante di brughiera. Anche alberi da frutto più vecchi debbono essere potati in primavera di modo che possano continuare a crescere sani e rigogliosi. I rami danneggiati dal gelo devono inoltre essere rimossi. I resti delle potature possono poi essere triturati e utilizzati come pacciame o aggiunti al compost.